Terremoto Centro Italia - indicazioni operative

Caritas Italiana sta seguendo costantemente l’evolversi della situazione, prendendo fin dalle prime ore contatti con tutti i vescovi, direttori Caritas e delegati regionali interessati dall’evento.

Domani don Francesco Soddu, direttore di Caritas Italiana, recandosi nelle zone colpite, porterà personalmente la solidarietà di tutte le Caritas diocesane alle comunità locali, e raccoglierà le prime esigenze dei territori che ci saranno prontamente comunicate.

Operativamente, ribadiamo che:

  • Non sono previste raccolte di viveri, vestiario, suppellettili ecc. o altro materiale. Se le diocesi esprimeranno dei bisogni particolari, ci saranno comunicate tempestivamente.
  • Relativamente alla disponibilità manifestata da numerosi volontari (singoli o organizzati) per recarsi nei territori colpiti, va fatto loro presente come in questo momento sarebbero di intralcio all’operato di coloro che stanno ancora lavorando alla ricerca dei dispersi e nel recupero delle vittime. Tali disponibilità potrebbero comunque essere acquisite, per eventuali attività di accompagnamento a medio-lungo termine delle comunità.

Nei prossimi giorni seguiranno ulteriori comunicazioni.

 

EMERGENZA TERREMOTO CENTRO ITALIA

Comunicato da Caritas Italiana

CLICCA QUI

Aggiornamento del 06/09

Indetta per il 18 Settembre 2016 una colletta nazionale 

per maggiori dettagli visita la pagina dell'evento

CLICCA QUI

Aggiornamento del 25/08

Terremoto Centro Italia - indicazioni operative

Caritas Italiana sta seguendo costantemente l’evolversi della situazione, prendendo fin dalle prime ore contatti con tutti i vescovi, direttori Caritas e delegati regionali interessati dall’evento.

Domani don Francesco Soddu, direttore di Caritas Italiana, recandosi nelle zone colpite, porterà personalmente la solidarietà di tutte le Caritas diocesane alle comunità locali, e raccoglierà le prime esigenze dei territori che ci saranno prontamente comunicate.

Operativamente, ribadiamo che:

  • Non sono previste raccolte di viveri, vestiario, suppellettili ecc. o altro materiale. Se le diocesi esprimeranno dei bisogni particolari, ci saranno comunicate tempestivamente.
  • Relativamente alla disponibilità manifestata da numerosi volontari (singoli o organizzati) per recarsi nei territori colpiti, va fatto loro presente come in questo momento sarebbero di intralcio all’operato di coloro che stanno ancora lavorando alla ricerca dei dispersi e nel recupero delle vittime. Tali disponibilità potrebbero comunque essere acquisite, per eventuali attività di accompagnamento a medio-lungo termine delle comunità.

Nei prossimi giorni seguiranno ulteriori comunicazioni.

 

Comunicazione del 24/08

La situazione è in lenta evoluzione, con l'arrivo dei soccorritori, e monitorata da vicino anche dalla rete Caritas.

Per il momento, comunque, non sono richiesti interventi diretti, proprio per non intralciare il lavoro dei soccorritori. 

Quindi, a tutt'ora, non è il caso di inviare operatori o generi di prima necessità. 

A fronte di eventuali richieste specifiche, divulgheremo prontamente tutte le informazioni.

La Conferenza Episcopale Italiana ha stanziato 1 milione di euro per i primi interventi di solidarietà, e la Delegazione Regionale Caritas del Lazio potrebbe anche direttamente intervenire con un primo contributo di denaro, per far fronte all'emergenza, in attesa della colletta promossa dalla CEI per il prossimo 18 settembre, ed il cui ricavato dovrà prontamente essere versato alla Caritas Diocesana.

Si allega il comunicato di Caritas Italiana.

La Caritas Diocesana 

TERREMOTO IN NEPAL

L'intervento di Caritas

A seguito del terribile terremoto che ha colpito il Nepal, il Nord – Est dell’India e il Tibet, la Presidenza della Conferenza Episcopale Italiana ha indetto una colletta nazionale, da tenersi in tutte le chiese italiane domenica 17 maggio 2015, come segno della concreta solidarietà di tutti i credenti

per il versamento della colletta a favore del Nepal, si può anche utilizzare il bonifico bancario sul conto della Caritas Diocesana, che è intestato all'ente gestore dei servizi Caritas, ovvero la
CONFRATERNITA DELLE STIMMATE DI CISTERNA
VIA SEZZE, 16 - 04100 LATINA
CCB C/O UNICREDIT LATINA ISONZO
IBAN IT08Y0200814703000400513410

LOCANDINA IN PDF

  • COMUNICATO 1 - Al via il piano di intervento Caritas in favore di 20.000 famiglie per i prossimi due mesi. Domenica 17 maggio 2015 la colletta nazionale indetta dalla CEI in favore delle popolazioni colpite.
    Continua a leggere, scarica il PDF
  • COMUNICATO 2 - Interventi in atto: Caritas Nepal con il sostegno della Caritas Italiana e della rete internazionale Caritas ha avviato un piano di aiuto per oltre 20.000 famiglie (circa 100.000 persone) per i prossimi due mesi, con un costo di oltre 2,5 milioni di euro.
    Continua a leggere, scarica il PDF

Iscriviti alla Newsletter




Joomla Extensions powered by Joobi